GLI ULTIMI ARTICOLI DEL BLOG

RISARCIMENTI MEDICI

sempre al tuo fianco

Coroca Group srl 

P.IVA 02077690978

Viale della Repubblica, 193 - 59100 PRATO (PO)

NUMERO VERDE GRATUITO 800-912453

mart, merc, gio 15:00 - 18:00

I NOSTRI AMBULATORI:

* TORINO      * MILANO

* GENOVA     * ROMA​

Il blog di

Franco Stefanini

 

per una salute più CONSAPEVOLE

e una sanità più efficiente

e più sicura

  • Franco Stefanini

Errore medico: sanzionare l'ospedale o il medico?

Updated: Feb 5, 2019



Se c'è una certezza in campo medico è che gli errori, purtroppo, non possono sempre essere evitati.

Questo non giustifica la leggerezza o l'inesperienza, o peggio ancora l'arroganza di alcuni medici, ma è un dato di fatto con cui bisogna fare i conti.

Lasciando da parte i comprensibili e naturali sentimenti negativi verso un singolo medico, se è stato causa di una menomazione o della morte di una persona cara, bisogna considerare che:

  • la maggior parte dei medici che commettono errori lo fanno “in buona fede”, cioè per distrazione, interpretazione errata di sintomi ambigui, stanchezza, in alcuni casi semplice sfortuna o peggio: mancanza di strumenti.

  • raramente gli errori sono causati da un singolo medico: spesso ci sono molte concause e molti professionisti coinvolti, magari perché si sono influenzati a vicenda su una diagnosi o su un procedimento errato.

  • se anche l'errore è causato da un singolo medico, significa che c'è qualcosa di sbagliato nel sistema che non ha saputo prevenire l'errore (o rimediarvi tempestivamente).

Punire il singolo medico quindi non sempre è utile e anzi potrebbe spingere alla diffusione di un comportamento omertoso tra colleghi che finiscono col “coprirsi” a vicenda, come dimostrato da diversi casi di malasanità.

Far emergere l'errore è il primo passo per evitarlo.

Colpire invece con sanzioni la struttura in cui i medici operano che ha la responsabilità dei propri dipendenti e collaboratori, è un modo sano per spingerla a migliorare i flussi di lavoro e i sistemi di controllo degli errori.

La legge Gelli va in questa direzione, ed è una buona notizia, ma da sola non basta: tocca anche a noi fare la nostra parte, segnalando i casi sospetti e pretendendo che le strutture carenti paghino i danni causati e si adoperino per prevenirli.

Ma una sola persona, o una famiglia, non può certo procedere da sola contro un'organizzazione grande e complessa come un'ospedale o una struttura sanitaria: per questo è nata la nostra struttura che senza anticipi mette a disposizione gli strumenti per farlo. A tutti, perché la salute è un bene comune.

#erroriinsalaoperatoria