Il blog di

Franco Stefanini

 

per una salute più CONSAPEVOLE

e una sanità più efficiente

e più sicura

contro gli errori perché non si ripetano

definizioni e consigli

leggi e procedure

eventi avversi e giustizia del malato

per sapere cosa fare e come comportarsi

per migliorare la sanità e il benessere di tutti

  • Franco Stefanini

Il medico pulito non crede a quello sporco


Un problema del nostro paese è che tendiamo utilizzare la nostra esperienza come metro di giudizio.

Capita a tutti e capita anche ai medici, ai bravi medici: chi fa il medico per vocazione (ne parlavamo già qui [inserire link al primo articolo]) e magari lavora in un ambiente funzionale e corretto, può non rendersi conto di quello che accade al di fuori del suo orticello felice. Di conseguenza, quando andrete a domandargli “ma è vero che in Italia esiste un problema di malasanità?” lui stringerà le spalle e risponderà che secondo lui è tutta una montatura dei giornali e che personalmente non si è mai trovato in situazioni simili.

Questo perché chi non si imbatte in un problema difficilmente perde tempo ad andarsi a informare. Se la vostra macchina funziona alla perfezione, andreste a controllare su internet come si riparano gli specchietti retrovisori, giusto per scrupolo?

È pertanto comprensibile che un medico onesto e pulito non sia a conoscenza di quello che combina il collega sporco.

Cosa intendiamo per medico pulito? Uno che svolge il suo lavoro con la dovuta attenzione e rispetta il paziente ascoltando ciò che ha da dire; non fa diagnosi affrettate né tardive. Non ha interessi personali o economici quando si tratta di prescrivere un farmaco piuttosto che un altro, o di dare indicazioni per un rifornimento di protesi o altri dispositivi medici. È, in parole povere, il medico che vuole il meglio per il paziente.

Tuttavia, il problema può manifestarsi quando - e purtroppo capita non di rado - il medico pulito, forte della propria innocenza, si rifiuta di accettare che altrove ci siano altre dinamiche. Dinamiche più sporche, appunto.

Preferisce non crederci nonostante le notizie che escono sui giornali, nonostante gli scandali. Forse perché inconsciamente teme per la propria categoria, o forse perché in tempi come questi non è sempre facile riconoscere la verità dalle fake news che si diffondono a macchia d’olio sul web.

Ma che quello della malasanità sia un problema reale lo dicono i numeri, e per un medico accettarlo significa necessariamente prendere una posizione. Con tutto ciò che ne consegue, perché non dimentichiamo che un medico che si oppone a un sistema corrotto diventa a sua volta bersaglio di chi in quella corruzione coltiva i propri interessi.


GLI ULTIMI ARTICOLI DEL BLOG

RISARCIMENTI MEDICI

sempre al tuo fianco

Coroca Group srl 

P.IVA 02077690978

Viale della Repubblica, 193 - 59100 PRATO (PO)

NUMERO VERDE GRATUITO 800-912453

mart, merc, gio 15:00 - 18:00

I NOSTRI AMBULATORI:

* TORINO      * MILANO

* GENOVA     * ROMA​