Il blog di

Franco Stefanini

 

per una salute più CONSAPEVOLE

e una sanità più efficiente

e più sicura

contro gli errori perché non si ripetano

definizioni e consigli

leggi e procedure

eventi avversi e giustizia del malato

per sapere cosa fare e come comportarsi

per migliorare la sanità e il benessere di tutti

  • Franco Stefanini

Come scegliere il medico giusto


Di medici ce ne sono tanti, così come esistono molti architetti, geometri, idraulici e via dicendo.

Va da sé dunque che le prestazioni professionali dei vari dottori non sono tutte allo stesso livello, così come le strutture ospedaliere non sono tutte uguali.

Il medico è il professionista a cui affidiamo la salute nostra e quella dei nostri familiari, per cui la scelta non può essere assolutamente casuale.

Come fare, dunque, per scegliere il medico giusto?


Come scegliere il medico giusto

Al giorno d’oggi, come per ogni altro prodotto, è possibile leggere su internet le esperienze e le “recensioni” dei pazienti che sono stati ricoverati o visitati. Una sorta di TripAdvisor della professione medica, insomma.

Andrologi, urologi, neurochirurghi, cardiochirurghi: ti basta impugnare Google e indicare la città o la zona di riferimento e la specializzazione ricercata.

Tieni a mente che, se una rondine non fa primavera, un intero stormo necessariamente indica un dato reale: se uno specialista ha ricevuto numerose critiche da parte dei suoi pazienti, o le ha ricevute la struttura in cui opera, è meglio portare la propria salute altrove.

Un altro criterio di scelta da non sottovalutare è il passaparola. Potrà sembrarti superficiale, ma pensaci bene: se la signora in coda alla posta racconta entusiasta alla suo vicina che il tale dottor X ha curato splendidamente suo marito, segnatevi il nome: vale senz’altro la pena di fare una ricerca e documentarsi su quel particolare medico.

Al contrario - e purtroppo è più frequente - se la stessa signora si lamenta inferocita del fatto che il tale dottor Y ha rovinato il marito sbagliando la diagnosi, prescrivendo farmaci inadeguati, trattandolo con sufficienza e prendendo i suoi problemi sottogamba, questo può essere un importante campanello d’allarme.

Lo stesso vale per una clinica o un ospedale: un vostro amico o conoscente (ma anche uno sconosciuto incontrato per caso) racconta di essere stato trattato male dagli infermieri, di avere riscontrato cattive condizioni di organizzazione o ancora peggio igieniche?

Segnatevi bene il nome dei professionisti o delle strutture in questione.

Non dimentichiamo poi le notizie di dominio pubblico: nel giro di due mesi, solo per fare un esempio, l’ospedale San Giovanni Bosco di Napoli è salito per ben due volte agli “onori” della cronaca per la presenza di formiche addosso ai pazienti ricoverati, l’ultima volta addirittura nel reparto di rianimazione.

In conclusione: la scelta del professionista a cui rivolgersi non è assolutamente da prendersi sottogamba. Ne va della vostra salute. La vostra vita.

Informatevi al meglio, e se, a posteriori, ritenete di avere subito una negligenza da parte di un medico o di una struttura, non esitate a contattarci per raccontarci la vostra storia.

#andrologo #urologo #malasanità #francostefanini #sceglieredottore #recensionedottore #risarcimentimedici